TrentadueMezzeStagioni

Affidarsi-Fidarsi-Puòdarsi

Sarà ricordato come il compleanno in cui la fraten ha iniziato a farsi trasportare? come il compleanno in cui  ha  preso coscienza del precariato emotivo relazionale del mondo degli -enta? o per gli incontri casuali di persone che non vedeva dal 1820, per i corpi dei quadri del posto nuovo in via teodosio (grazie), per le idee di rapimento delle mie brujas con rito psicomagggico, per il non ne vale la pena tanto direttamente da londra, per un vinicio non visto con brindisi finale alla maledetta autonomia e alla bella impossibilità di stare nella finzione?

 

Ancora non si può dire.

Quello che mi sorprende ogni volta è l’appurare quanto il compleanno sia stato inventato per tirare una riga e fare i conti. Sommo gli addendi, mi guardo attorno e alla fine, nonostante tutto c’è il più davanti al risultato finale…persino a conteggio preventivo.

Concedersi di essere felice è un regalo prezioso.

Buon compleanno a me.

Lascia un commento

Archiviato in 30enni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...